Responsabili

Siberia

Viaggio realizzato in passato, non attualmente  in programmazione.

“la taiga è la legge e l’orso è il suo avvocato”

    Proverbio Siberiano

 

 

Un viaggio in una remota zona del mondo, la Siberia, terra sconosciuta pregna di leggende e misteri. Ci spingeremo al sud della Siberia, dove la "terra che dorme" confina con la Mongolia, per visitare le bellezze delle Repubbliche Autonome di Tuva e Kakhassia, ultimo baluardo dello sciamanesimo.

Navigheremo lungo il Fiume Yenisey, osservati dall'imponenza dei Monti Altai e dei Monti Ergaki; conosceremo la cultura Tuvina scoprendone segreti e tradizioni; ascolteremo i canti Koomi e le profezie sciamaniche. Un viaggio indimenticabile tra gli "old believers", i vecchi credenti cristiani e le testimonianze del passato, come il villaggio dove Lenin rimase in esilio per ben tre anni.

Dopo aver trascorso quasi due settimane in questa terra meravigliosa a cavallo tra il Grande Nord e l'Estremo Oriente ci sposteremo su un altro luogo magico e puro, il Lago Bajkal. Visiteremo la remota città di Irkutsk e l'Isola di Olkhon sulla più grande distesa di acqua dolce del pianeta.

Un'esperienza unica, dedicata agli amanti della natura e della storia dei popoli.

 

MODALITA'

 

QUESTO VIAGGIO è un viaggio sperimentale!

E’ pertanto richiesto un buon grado di flessibilità nel caso di imprevisti che potrebbero presentarsi durante il viaggio.

L’itinerario prevede la presenza costante di un accompagnatore italiano lungo tutta la durata del viaggio. Trasporti interni con auto o pulmino con autista, alloggi in piccoli alberghi e in “Turbaza” (una via di mezzo tra un camping ed un “casino di caccia”).

La gestione del vitto è fatta attraverso cassa comune, talvolta potrà trattarsi di pranzi al sacco.

 

Interesse prevalente: naturalistico, culturale

Spirito di adattamento: ***

 

DOCUMENTI NECESSARI PER VIAGGIATORI DI NAZIONALITA' ITALIANA

Sono necessari il passaporto, con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell'arrivo nel Paese, e il visto per la Federazione Russa. Per il rilascio ed informazioni specifiche sui vari tipi di visto, si consiglia di rivolgersi direttamente agli Uffici diplomatico - consolari russi presenti in Italia. La data di rientro in Italia dovrà essere stabilita nel periodo di validità del visto. Prima di ottenere il visto d'ingresso, verificare che il passaporto sia in ottimo stato, poichè le Autorità di frontiera possono negare l'ingresso del Paese ai possessori di passaporti eccessivamente deteriorati. All'ingresso nel Paese si deve compilare la Carta di Immigrazione.

Portare sempre con sè il passaporto e il visto d'ingresso. Entro i primi 3 giorni lavorativi, il passaporto deve essere vidimato dall'Ufficio del Servizio Federale di Immigrazione (UFMS, nuova denominazione del tradizionale OVIR), in base alla nuova procedura di registrazione degli stranieri. Per quanto concerne i turisti, la registrazione resta a cura degli alberghi nei quali alloggiano. Gli alberghi devono effettuare la notifica all'UFMS, che rilascia un talloncino di avvenuta registrazione.

 

VACCINAZIONI

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie o consigliate

 

SANITA’

E' buona norma seguire le più elementari norme di igiene e sicurezza: non bere l'acqua del rubinetto (anche se i locali dicono che è potabile) e bere solo acqua imbottigliata, non mangiare verdura cruda, sbucciare la frutta, non trascurare le problematiche dell’esposizione alle radiazioni solari, evitare le punture d’insetti, non bagnarsi nelle acque dolci, portare dei farmaci di primo soccorso.

 

FUSO ORARIO

Più 6/7 ore rispetto al nostro fuso orario

 

MONETA

La moneta ufficiale è il Rublo Russo (RUB), 1 euro = 43/44 Rubli.

Al momento dell'ingreso in Russia è obbligatorio dichiarare il possesso di valuta estera (qualora superi l'ammontare di $ 3000), compilando l'apposito modulo, reperibile negli aeroporti d'arrivo (e comunque alla frontiera), indicandovi esattamente la valuta che si porta con sè. Il modulo deve essere consegnato per la timbratura ai funzionari doganali russi che sostano all'interno del "red channel", e cioè nello spazio riservato a chi deve dichiarare beni soggetti a controlli diganali. Per cambiare la valuta ci si può rivolgere alle Banche o agli uffici di cambio autorizzati. E' opportuno conservare le ricevute del cambio effettuato nel caso di eventuali controlli di polizia. Le più diffuse carte di credito sono accettate, ma solo nei principali centri della Russia.

DA METTERE IN VALIGIA

Insettifugo contro zanzare e zecche. Sacco a pelo o sacco lenzuolo per chi lo desidera.