Responsabili

Iran

"Osservate la morte; nulla più del sonno le rassomiglia.

E tuttavia dormendo l'anima palesa la propria divina essenza,

a tale punto che nella libertà dei sogni talora udiamo predire l'avvenire"

 (Ciro il Grande)

Un viaggio che ci porta a conoscere gli aspetti diversi del paese, dalle vestigia della Grande Persia, attrraverso i regni di Ciro il Grande, di Dario e di Alessandro, ai giardini profumati per arrivare all'Iran moderno con tutte le contradddizioni e i problemi di un paese in bilico tra modernità e arretatezza.

Ci muoveremo con mezzi privati da Tehran per visitare Persepoli, la città fondata da Dario, il Grande Re, spostandoci poi a Pasargade per vistare i suoi famosi palazzi e il Mausoleo di Ciro il Grande.

Rivivremo l'epoca delle grandi carovane di Ishfahan, città signorile ricca di splendide rappresentazioni architettoniche, a Shiraz conosceremo la tribu nomade Qashqai per conoscere la loro storia e assaggiare la loro cucina.  

   

MODALITA’

I trasporti in base alla quantità dei viaggiatori saranno per mezzo di van/medi/mini bus.
Gli hotel in base alla disponibilità in città e alle scelta migliore per prezzo e servizio da 2 a 4 stelle.

 

Quando partire: Il periodo migliore per visitare il paese inizia a maggio e termina in ottobre (luglio e agosto, i mesi più caldi). Mentre nel periodo da novembre a marzo si sconsigliano le partenze per motivi di carattere climatico.

Interesse prevalente: sociale e culturale

Spirito di adattamento: *

 

Capitale: Teheran
Fuso orario: + 2,5 h rispetto all’Italia.

Superficie: 1.648.195 km²

 

VACCINAZIONI

Non è richiesta alcuna vaccinazione. È richiesta la vaccinazione contro la febbre gialla solo per i viaggiatori provenienti da zone infette. Si consigliano le normali precauzioni su cibo ed acqua. Suggeriamo inoltre di portare con sé una scorta di medicinali contro dissenteria ed infezioni intestinali, creme o lozioni solari e un repellente per insetti.

Attenzione: nel caso di provenienza da paesi diversi dall'Italia, verificare di essere in possesso delle vaccinazioni necessarie


CLIMA

Il clima dell'Iran è molto variegato data la sua grandezza. Si trova nel paese il clima steppico, il clima arido, il clima subtropicale e il clima temperato nelle aree a nord. Nelle aree più popolate dell'Iran, inclusa Teheran, la temperatura subisce sbalzi elevati tra inverno ed estate, con temperature estive al di sopra dei 35 gradi seguite da quelle invernali di -10, con forti nevicate durante gennaio e febbraio. Le zone tra l’Elburz ed il Mar Caspio tendono ad avere temperature più costanti, raramente sotto lo zero oppure sopra i 29 gradi. In tali regioni le precipitazioni possono variare dai 680 mm annui a 1.700 mm nelle regioni settentrionali.
L'inverno è particolarmente rigido nelle aree occidentali e nord-occidentali del paese, con medie costanti sotto lo zero durante l'inverno, e nevicate pesanti. La parte orientale del paese invece è per la maggior parte arido o desertico, con una media inferiore a 200 mm di pioggia annua. In queste aree le temperature estive sono spesso al di sopra dei 38 gradi centigradi. Le regioni meridionali confinanti con il Golfo Persico e il Golfo di Oman hanno inverni temperati, con estati particolarmente calde ed umide. In quest'area le precipitazioni variano da 135 a 355 mm annui.

 

COMPORTAMENTO E ABBIGLIAMENTO

È importante che il visitatore si adegui alle norme di comportamento islamiche, in particolare per quanto riguarda la sfera sessuale e l'abbigliamento (maniche, pantaloni/gonne lunghi, foulard che copra il capo e il collo per le donne; pantaloni lunghi per gli uomini). Nei luoghi sacri non è ammesso l'uso delle maniche corte neanche per gli uomini.
Nei periodi di lutto religioso e di digiuno, durante l'Ashura e il Ramadan, i controlli sull'abbigliamento possono essere più severi. Il contegno in pubblico, in particolare fra uomo e donna, deve essere sempre composto, corretto e mirante a non urtare la suscettibilità e la morale locale. Si ricorda che in pubblico non è tra l'altro consentito salutare una donna stringendole la mano. Tali norme di comportamento devono essere osservate con maggiore scrupolo quando ci si trova nelle aree rurali o comunque fuori dalle grandi città. I compiti di vigilanza della morale islamica sono svolti anche da personale non in uniforme, talvolta di giovane età, che ha comunque l'obbligo di farsi riconoscere. Per il mancato rispetto delle norme di comportamento e abbigliamento sono previste pene di vario tipo, fino alla possibile espulsione dal paese.

 

LINGUA

Farsi, inglese e francese diffusi

 

MONETA

Riyal iraniano

 

TELEFONO
Prefisso dall'Italia: 0098
Prefisso per l'Italia: 0039
l'Iran è collegato al sistema GSM dei telefoni cellulari (roaming) con utenze italiane con contratto (per le comunicazioni telefoniche e gli sms) e con schede prepagate (solo per sms), ma il collegamento non viene garantito con regolarità. Si raccomanda di verificare con il proprio operatore telefonico italiano la possibilità - e le modalità – di utilizzo della propria sim card italiana in Iran. Nelle principali città del Paese è facile acquistare schede (sim card) di compagnie iraniane di telefonia mobile per brevi periodi, di cui si raccomanda di munirsi qualora si intraprendano viaggi all'interno del Paese.

 

ELETTRICITA'

La corrente elettrica è di 220 volt. È consigliabile comunque munirsi di un adattatore a lamelle piatte.