I viaggi della Memoria

Lombardia: Sabbioneta

 


Situata tra i corsi dell’Oglio e del Po, Sabbioneta è considerata la città ideale del Rinascimento italiano. Progettata a tavolino, finanziata e edificata tra il 1555 e il 1591 da Vespasiano Gonzaga, essa infatti rappresenta quasi il manifesto dell’urbanistica e dell’architettura del ‘500 che guardavano all’antica Roma come modello per antonomasia.
Come la Mantova dei Gonzaga e la Ferrara degli Estensi anche la Sabbioneta di Vespasiano ospitò una florida comunità ebraica; in particolare fu sede di una delle principali stamperie ebraiche d’Europa, quella di Tobia Foà, dai cui tipi sono usciti i rarissimi testi superstiti delle edizioni ebraiche italiane del XVI secolo. Di questa antica presenza oggi restano testimonianze negli ambienti dell’ottocentesca sinagoga Forti”.