I viaggi con COSPE

Cuba

  

Viaggio in collaborazione con

       logo cospe

 

"L'unico modo di conoscere

davvero i problemi è accostarsi

a quanti vivono quei problemi e

trarre da essi, da quello scambio,

le conclusioni." 

 

(Ernesto "Che" Guevara)

 
Scarica qui il programma dettagliato del viaggio a Cuba

dal 22 dicembre al 6 gennaio 2018, con Capodanno a Trinidad

 

 

Cuba e le sue spiagge, i suoi boschi, le coltivazioni di tabacco, le variopinte città coloniali, la antiche auto storiche e i carretti trainati da cavalli. Cuba e la sua Habana, meraviglia architettonica in movimento nel suo quotidiano vivere, alla ricerca del suo splendore. Cuba con la sua gente, la sua ricchezza culturale, il suo spirito sempre allegro e pronto ad affrontare con mille sorrisi le infinite difficoltà.
Cuba in trasformazione, in cambiamento, con giovani, donne, anziani, uomini e bambini che amano il paese, lo vivono, lo sentono. Cuba contraddittoria, che si arriva ad amare perché, nonostante tutto, la cubania si sente, entra e ti accompagna sempre.

E’ questa la Cuba che, insieme a COSPE, vi proponiamo di conoscere integrando le visite “tipiche” con visite ai suoi progetti e il contatto con i suoi protagonisti. Dalle tradizioni di improvvisazione in versi canori dei contadini di Mayabeque allo stile di vita basato sulla permacultura di Sancti Spiritus; dai bambini che imparano a cantare in versi improvvisando e a suonare strumenti tipici, alle grotte intatte portatrici di acqua; dalle strade habaneras che, con le loro storie di distruzione e ricostruzione, raccontano un passato movimentato, alle piccole comunità del centro del paese, dalle piantagioni di tabacco, alle esperienze agro-ecologiche delle fattorie inserite nei percorsi turistici di Viñales.

Una sfida per lo sviluppo locale, un accompagnamento alla partecipazione nei processi di trasformazione, un’opportunità in più per gli abitanti del paese, un ponte culturale e di scambio con l’Italia: questo è il viaggio.

Visiterete anche “Il punto cubano e altre tradizioni contadine: diffusione e riscatto nella nuova provincia di Mayabequeun progetto iniziato da COSPE che vuole aiutare una provincia a rafforzare la propria identità e migliorare la qualità di vita delle persone attraverso la cultura e le tradizioni contadine. Il punto cubano, improvvisazione in versi con accompagnamento musicale, è una tradizione riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio immateriale di Cuba... seguiva i periodi di produzione agricola e ne festeggiava i vari momenti dell’anno. Oggi fa ancora parte della tradizione che si manifesta nei guateques contadini e fa parte della cultura e del vissuto di una grande fetta di popolazione.

 

MODALITÀ

Viaggio di gruppo con coordinatore locale e accompagnatori del COSPE. Alloggio in alberghi e casa particular. Gli spostamenti saranno effettuati tramite mezzi privati con autista.

Quando partire: tutto l'anno

Durata media del viaggio: 15 giorni

Interesse prevalente: culturale e naturalistico

Spirito di adattamento: *

 

Capitale: L’AVANA
Superficie: 110.922 Km²

Fuso orario: – 6 ore; anche a Cuba vige l’ora legale (normalmente adottata una settimana prima rispetto all’Italia)

 

DOCUMENTI NECESSARI PER VIAGGIATORI DI NAZIONALITA' ITALIANA

È necessario il passaporto in corso di validità, con validità residua di 3 mesi dalla data di ingresso a Cuba.
Alla partenza si deve avere con sè il modulino "Visado tarjeta del turista". Tale modulo dovrà poi essere conservato per tutto il soggiorno e riconsegnato al momento della partenza. Questa carta permette un soggiorno di 30 giorni, rinnovabile sul luogo per altri 30 giorni.

 

VACCINAZIONI

Non vi sono vaccinazioni obbligatorie.

Attenzione: nel caso di provenienza da paesi diversi dall'Italia, verificare di essere in possesso delle vaccinazioni necessarie.

 

ALLOGGIO
Alloggio in alberghi e casa particular. Il viaggio richiede un po’ di adattamento di fronte a situazioni che possono prevedere piccoli problemi di manutenzione degli alloggi o di ritardi. Purtroppo poi sono spesso frequenti i cambi di alloggio all’ultimo momento…
Si tratta sempre comunque di alloggi che rispettano il livello di qualità inizialmente previsto.

 

MEZZI DI TRASPORTO
Gli spostamenti saranno effettuati tramite auto o pulmino privati (in base al numero dei viaggiatori).


CLIMA
Il periodo migliore è la stagione fresca, da fine novembre a metà aprile, e in particolare da metà febbraio, sia per un viaggio a Cuba che per una vacanza al mare. La temperatura è mite, con massime tra i 26 e i 29 gradi, e quella del mare oscilla attorno ai 25/27 °C. Le piogge sono scarse, 3-6 giorni al mese, e di poca entità. Bassa l'umidità. Da maggio a ottobre è molto caldo e umido. Bisogna tener conto che nella costa sud-orientale le medie di temperatura sono ci circa 6/7 °C più elevate rispetto a quella nord-occidentale e che la costa nord risente facilmente delle perturbazioni atlantiche.

 

LINGUA

Spagnolo


MONETA

L'unità monetaria per il turista è il Peso Convertibile (CUC: valore equivalente al dollaro USA) ma avremo modo di utilizzare anche il peso nazionale (MN - Moneda Nacional). I cambi vanno effettuati esclusivamente presso le CADECA (Casa de Cambio), o presso le banche, oppure negli alberghi internazionali che effettuano il cambio anche a turisti non ospiti presso di loro. È sconsigliato portare dollari dall'Italia.

Funzionano le più importanti carte di credito, ma non l'American Express.

Con la POSTEPAY e le Carte Ricaricabili si preleva solamente alle casse automatiche, che però non sono molte.

Il peso cubano, o moneda nacional, può essere usato nei negozi locali “venta libre”, negli agromercati, nei bar a servizio MN e nelle bancarelle per strada, nei cinema, e in molti altri negozi lontani dalle destinazioni turistiche.

 

ELETTRICITÀ
La tensione a 220 volt esiste in quasi tutti gli alloggi per stranieri, molti con presa standard, mentre tutti gli altri impianti elettrici funzionano a 110 volt e con spine piatte, pertanto è necessario portarsi da casa un adattatore per presa a lamelle piatte.

 

Bibliografia - filmografia